Category Archives: Infografiche

html5cheatsheet

HTML5 a portata di mano

E’ un po’ che sto pensando di trattare maggiormente tematiche inerenti lo sviluppo di web application e app per dispositivi mobili da un punto di vista più concreto e condividendo risorse utili.
Le occasioni di fare formazione sull’appeconomy e l’uscita su magazine come “Millionaire” mi hanno portato nuove opportunità e credo possa essere di valore condividere osservazioni, studi ed esperienze di questo tipo attreverso il blog.
Non amo pubblicare infografiche ma questa l’ho trovata coerente con questa nuova diramazione di argomenti che tratterò e mi è comoda per cogliere l’occasione di annunciare la nuova iniziativa.

Continue reading

Le più pericolose e più comuni password usate nel web

Nonostante mi piacciano molto, solitamente cerco di fare un uso limitato delle infografiche sul mio blog, questa che ho trovato su The Next Web però è particolarmente interessante. Email, utenze dei nostri computer, social network e servizi online di ogni genere probabilmente nessuno di noi è esente dalla gestione di Username e Password che non fanno altro che aumentare (linearmente o esponenzialmente a seconda del tipo di utente ;) )

Zone Alarm ha condotto un sondaggio e ha scoperto che ben il 79% dei propri utenti usa password che sono estremamente facili da indovinare qual’ora un utente malintenzionato volesse cercare di accedere ad ambienti che non gli spettano.

Al primo posto nella classifica delle password più usate troviamo “123456″, seguita da “12345″ e “123456789″  che fantasia eh?

Continue reading

Esplorando l’universo di Twitter

Chiunque sia un appassionato di Social Media dovrebbe conoscere Brian Solis, se così non fosse vi consiglio vivamente di iniziare a seguirlo perchè è una delle voci più influenti del settore (e a mio avviso anche delle più stimolanti).

Brian ha fatto coppia con l’agenzia JESS3 per ridisegnare la nuova versione del Twitterverse. Nel 2008 Brian aveva lavorato duramente per studiare ed organizzare le applicazioni disponibili per Twitter orientate al community management, al marketing, alla ricerca e così via. Come racconta sul suo blog personale, dopo aver iniziato ha curato e modificato la lista per diversi mesi ma le nuove applicazioni che venivano rilasciate erano troppe.

L’importanza e il peso dell’ecosistema di Twitter non possono essere sottovalutati e questa chiara e curata rappresentazione grafica delle più importanti applicazioni che ruotano intorno a questo servizio danno una buona percezione di quanto questo universo sia diventato grande. Twitterverse 1.0 è la nuova versione di una precedente infografica sviluppata circa un anno e mezzo fa, ora presenta un numero di applicazioni decisamente maggiore e sono divise in 19 orbite che rappresentano i diversi “scope” come branding, ricerca e geolocation.

Le sezioni in cui si divide l’infografica sono:

1: Branding
2: Geographics
3: Interest Graph
4: Dashboard
5: Event Management
6: Live Streaming
7: Geo Location
8: Relationships
9: Marketing and Advertising
10: Rich Media
11: Communication Management
12: Research and Analysis
13: Stream Management
14: Mobile Applications
15: Trends Ring
16: Social CRM
17: Influence and Resonance
18: Twitter Search
19: Causation

Le applicazioni sono veramente moltissime io non credo di arrivare neanche ad un decimo di tutte quelle elencate … e voi?

Continue reading

Il 2010 di Facebook – Infografica

La copertina del Time è stata la ciliegina sulla torta per Mark Zuckerberg e non si può dire che non sia stato un anno incredibile per il gigante di Palo Alto.

Per Facebook è stato un anno di traguardi importanti, una piattaforma che attualmente viagga a 700’000 nuovi iscritti al giorno e con la grande ambizione di raggiungere il miliardo di utenti. Sono d’accordo con Massimo Ciociola quando afferma in modo deciso che Mark Zuckerberg sarà il nuovo Bill Gates, che ci piaccia o no.

Flowtown in chiusura di anno ci regala una bella infografica che racconta i traguardi raggiunti, le nuove feature implementate, le acquisizioni fatte e gli scandali o notizie negative che ci sono state nei confronti del gigante blu e che nonostante la loro quantità non sembrano aver avuto la minima influenza sul suo tasso di crescita.

L’infografica è abbastanza dettagliata, arriva fino ai nuovi profili rilasciati qualche settimana fa ma devo sottolineare che ha trascurato il lancio dei nuovi gruppi che secondo me è stata una delle migliori aggiunte dell’anno, il nuovo browser per le persone che potresti conoscere, i tool di face recognition e il più recente filtro sullo stream delle news provienienti dal nostro network di amici.

Continue reading

La tecnologia a servizio della produttivita’

L’innovazione tecnologica. ha portato benefici in ogni aspetto della nostra vita quotidiana dentro e fuori dal mondo lavorativo. Ma in questo secondo aspetto ha avuto un impatto a livello globale assolutamente non ignorabile anzi, se si prova a pensare al progresso tecnologico degli ultimi 50 anni non si può evitare di stupirsi. La velocità, l’efficienza e l’affidabilità delle comunicazioni non è neanche paragonabile a quella di soli 15 anni fa, per non parlare delle attuali capacità di gesitone ed elaborazione dati e delle centinaia di servizi cloud che permettono ad oltre un miliardo di lavoratori collegati ad internet di scambiarsi informazioni e cooperare su uno stesso progetto anche se si trovano ai due capi opposti della terra.

Ma quanto è aumentata la produttività sul lavoro grazie alla tecnologia?
Ho trovato molto interessante e ben strutturata questa infografica che riassume i maggiori e più importanti step tecnologici che hanno influito significativamente nella quotidianità del mondo del lavoro. Il grafico si riporta valori inerenti alla produttività del mercato americano ma credo che il ritmo di crescita possa essere avvicinato di molto a gran parte dei paesi industrializzati, questo è calcolato comparando il valore dei beni e dei servizi prodotti inrapporto al valore di tutte le risorse utilizzate per produrli.

Devo dire che a me proprio non riesce immaginare ad un mondo del lavoro privo non solo di internet, ma anche di computer o semplici programmi di videoscrittura, la quantità di operazioni che si riescono a svolgere oggi in ufficio erano a malapena ipotizzabili quarant’anni fa. L’infografica ben riassume quanto lavoro in più si riesce a completare grazie alla tecnologia, la forza lavoro americana calcolata come detto prima valeva circa 38.295 nel 1960, tre volte di meno dei 107.212  del 2009. Senza dubbio la tecnologia ha avuto un grande impatto sulla vita lavorativa ma la domanda che ci si pone adesso è: lavoriamo più duramente? Ma sopratutto riusciremo a reggere il carico di lavoro nel momento in cui ci sarà possibile lavorare da qualunque parte del mondo con un qualsiasi dispositivo collegato alla rete?

Enterprise 2.0, i Social Media all’interno dell’organizzazione aziendale

Qualsiasi tipo di azienda, grande o piccola che sia, può trarre grandi vantaggi da un utilizzo pianificato dei Social Media. Gli strumenti sociali abbattono le barriere e le gerarchie dentro e fuori l’azienda favorendo lo scambio di idee e una maggior spontaneità nelle conversazioni.

Per quanto non sia recentissimo ho trovato casualmente nel web questa infografica che indica i migliori tool presenti sul web per ogni parte dell’organizzazione aziendale in relazione alle esigenze delle persone che operano in quella divisone. Dal Upper Management, al settore Vendite e Risorse Umane, passando la divisione Marketing c’è sempre uno strumento 2.0 pronto a rispondere a tutte le necessità.

Per una navigazione più comoda ve li elenco anche nel post per avere tutte le risorse a portata di click:

Inoltre segnalo anche Yammer , un strumento che permette di creare un social network privato interno per la vostra azienda.

A questo punto mi chiedo, quanto sono 2.0  le imprese in Italia? quanti e quali strumenti sociali sono utilizzati all’interno del vostro ambiente lavorativo? Non siate timidi e sentitevi liberi di commentare!

Continue reading