Enterprise 2.0, i Social Media all’interno dell’organizzazione aziendale

Qualsiasi tipo di azienda, grande o piccola che sia, può trarre grandi vantaggi da un utilizzo pianificato dei Social Media. Gli strumenti sociali abbattono le barriere e le gerarchie dentro e fuori l’azienda favorendo lo scambio di idee e una maggior spontaneità nelle conversazioni.

Per quanto non sia recentissimo ho trovato casualmente nel web questa infografica che indica i migliori tool presenti sul web per ogni parte dell’organizzazione aziendale in relazione alle esigenze delle persone che operano in quella divisone. Dal Upper Management, al settore Vendite e Risorse Umane, passando la divisione Marketing c’è sempre uno strumento 2.0 pronto a rispondere a tutte le necessità.

Per una navigazione più comoda ve li elenco anche nel post per avere tutte le risorse a portata di click:

Inoltre segnalo anche Yammer , un strumento che permette di creare un social network privato interno per la vostra azienda.

A questo punto mi chiedo, quanto sono 2.0  le imprese in Italia? quanti e quali strumenti sociali sono utilizzati all’interno del vostro ambiente lavorativo? Non siate timidi e sentitevi liberi di commentare!

This entry was posted in Infografiche, Social Media and tagged , , on by .

About Giuliano

An entrepreneur and software engineer who loves internet products. PR and Influencer by nature. Part-time professor. 8 years of experience in project management and software development. I had the opportunity to delve into several specialties: project management, product management, customer development and online communication. I'm now 24/7 committed on Stamplay, a startup I co-founded that will be a life changer for every web designer on earth.

  • Alessandro Prunesti

    Ciao Giuliano,
    I social media applicati all’interno delle aziende possono senz’altro favorire le attività collaborative e di comunicazione interna.
    In Italia, tuttavia, vi sono ancora pochissime imprese che possono definirsi “social” da questo punto di vista.
    Le difficoltà maggiori non sono tecnologiche (basta farsi un giro sul Web per trovare una miriade di strumenti, a pagamento od open source, per costruirsi il proprio social network aziendale), quanto piuttosto organizzative:
    Ad esempio, la possibilità di porre tutti sullo stesso piano di “peer production” può spaventare i collaboratori più anziani ed esperti. E’ necessario inoltre stabilire fin da subito delle policy di utilizzo ben precise: la piattaforma Enterprise 2.0 non può trasformarsi nel “facebook dell’azienda”, ma deve essere concepito come uno strumento per migliorare le attività di collaborazione a livello professionale…
    Nei prossimi giorni, comunque, ne parlerò in maniera più approfondita nel mio blog, in modo da anticipare alcuni dei temi trattati nel mio libro di prossima uscita: “Enterprise 2.0″.

  • http://carlomazzocco.blogspot.com Carlo Mazzocco

    Ciao Giuliano,

    sono sicuramente d’accordo con quanto detto sopra da Alessandro: il problema è soprattutto di cultura aziendale interna. Gli strumenti per essere produttivi nel mondo “social” sono molti e validi, però bisogna convincere le “alte sfere” ad impegnarsi attivamente per portare questa nuovo modo di fare business a tutti i livelli aziendali.

    Ad inizio di settembre lancerò una serie di post su questo argomento sul mio blog (http://carlomazzocco.blogspot.com). Se ti interessa, ci sono già altri post più vecchi che forse potrebbero interessarti. Spero di leggerti presto in qualche commento ;)

    Ciao e complimenti per il tuo blog!
    Carlo

  • http://carlomazzocco.blogspot.com Carlo Mazzocco

    Ciao Giuliano,

    sono sicuramente d’accordo con quanto detto sopra da Alessandro: il problema è soprattutto di cultura aziendale interna. Gli strumenti per essere produttivi nel mondo “social” sono molti e validi, però bisogna convincere le “alte sfere” ad impegnarsi attivamente per portare questa nuovo modo di fare business a tutti i livelli aziendali.

    Ad inizio di settembre lancerò una serie di post su questo argomento sul mio blog (http://carlomazzocco.blogspot.com). Se ti interessa, ci sono già altri post più vecchi che forse potrebbero interessarti. Spero di leggerti presto in qualche commento ;)

    Ciao e complimenti per il tuo blog!
    Carlo

  • http://giulianoiacobelli.com Giuliano Iacobelli

    Si, parlavo anche con alessandro dopo un suo post di quanto l’innovazione digitale e’ un attivita’ che coinvolge diversi reparti dell’azienda. E ovviamente le uniche figure che hanno voce in capitolo nel momento in cui cosi tanti aspetti della societa’ vengono toccati sono quelle ai “piani alti” che difficilmente sono confidenti con gli strumenti del web2.0.
    In Italia credo che le cose avranno ancora tempi comodi ma chi riesce a capire subito l’importanza strategica degli strumenti di social networking sicuramente ne trarra’ un grande vantaggio.

    aspetto i tuoi post! :)

  • admin

    Si, parlavo anche con alessandro dopo un suo post di quanto l’innovazione digitale e’ un attivita’ che coinvolge diversi reparti dell’azienda. E ovviamente le uniche figure che hanno voce in capitolo nel momento in cui cosi tanti aspetti della societa’ vengono toccati sono quelle ai “piani alti” che difficilmente sono confidenti con gli strumenti del web2.0.
    In Italia credo che le cose avranno ancora tempi comodi ma chi riesce a capire subito l’importanza strategica degli strumenti di social networking sicuramente ne trarra’ un grande vantaggio.

    aspetto i tuoi post! :)