Geolocation, Most Valuable Trend 2010!

I tempi in cui essere “online” era sinonimo di isolamento e solitudine sono alle spalle e sembrano già lontanissimi. Oggi stiamo assistendo ad un fenomeno esattamente opposto: la tecnologia, in particolare l’accesso ad internet via mobile e i social network, stanno aprendo agli utenti nuove possibilità e nuove forme di interazione sociale e di condivisione delle informazioni.

I servizi di localizzazione mobile (Location Based Services) come Foursquare, Gowalla, Brightkite e l’italiano Mobnotes per citarne alcuni, sono senza ombra di dubbio i prossimi protagonisti indiscussi del web. Sono servizi sociali basati sulla condivisione delle esperienze nel mondo reale, sulla geolocalizzazione di questi dati e sul nuovo concetto di checkin. Queste applicazioni stanno spopolando in america e credo di poter affermare con certezza che il fenomeno non è classificabile come una moda temporanea. Basti pensare a Foursquare applicazione che viaggia al ritmo di centomila nuovi utenti a settimana

Questi location based service mescolano intelligentemente il social networking con dinamiche di gaming, più gli utenti fanno check-in, ovvero notificano la propia presenza in un luogo, più guadagnano punti e collezionano badge da mostrare orgogliosamente agli altri amici partecipanti, i punti possono essere guadagnati anche in altro modo ad esempio portando amici per la prima volta in una location.

La condivisione della propria posizione in tempo reale si estende così alla propria rete di amici, evidenziando i punti di maggior interesse della città del nostro vivere quotidiano.

Foursquare, Gowalla e le altre applicazioni di questo genere assottigliano incredibilmente la linea che divide il mondo digitale da quello analogico. In Foursquare ad esempio, l’utente con più check-in effettuati in una location specifica diventa il Major (il sindaco) e c’è voluto ben poco tempo per far si che pub, ristoranti e locali entrassero nelle dinamiche del gioco offrendo dei benefit particolari al sindaco della location in questione. Le ripercussioni per lo sviluppo delle attività economiche locali è quindi evidente e già affermato.

L’enorme e rapida diffusione è stata senza dubbio aiutata dalla maggiore accessibilità alla rete quando siamo fuori dalle nostre case o dai nostri uffici. Oggi gli smartphone non si usano più soltanto per telefonare ma permettono di navigare su internet, consultare mappe, leggere le email, controllare i propri account sui più disparati social network.

Oltre alle dinamiche di gioco queste applicazioni consentono agli utenti di dare i propri consigli sulle varie attività locali, di proporre degli itinerari specifici, di condividere foto della location o di lasciare commenti inerenti ad un particolare servizio offerto. Questa costante attività di una comunità di utenti in continua crescita sta generando un nuovo strato di informazioni che avvolge e si pone subito sopra il mondo reale che viviamo tutti i giorni contribuendo alla fusione dei confini delle due realtà online ed offline. La grandezza di queste applicazioni sta nell’aver riportato il social al suo vero scopo , quello di connettere fra loro persone reali nel mondo reale.

Questo strato ha definito un nuovo spazio nel quale dialogare, ricercare, seguire, connettersi e ultimamente anche (spontaneamente) incontrarsi nel mondo reale sarà facile, automatico, conveniente, istintivo e probabilmente naturale. E quindi, per molti, connettersi realmente con “perfetti sconosciuti” che hanno in comune con noi luoghi e interessi sarà perfettamente normale, così come accade su Twitter dove è perfettamente normale entrare in contatto con persone che hanno i nostri stessi interessi ma che non conosciamo assolutamente.

Un ulteriore motivo per cui queste applicazioni si stanno affermando in maniera così solida e veloce è il fatto che nonostante chiedano all’utente “Dove sei?”, in realtà offrono un altro modo di esprimere la nostra personalità, ci danno un nuovo mezzo per mostrare in modo implicito il nostro modo di essere. Così come per l’abbigliamento, i film che guardiamo e la musica che ascoltiamo, i ristoranti, locali, bar, che frequentiamo sono un altro specchio della nostra personalità.

L’espressione della propria personalità come motivo di condivisione o di pubblicazione di link, pagine o aggiornamenti di stato è qualcosa con cui ogni utente di social network è confidente. La maggior parte delle applicazioni sociali che permettevano di esprimere la propria personalità, come la scelta dei Top 5 su Facebook di Living Social o qualsiasi altro tipo di quiz hanno avuto una diffusione enorme tra gli utenti e il checkin non sarà differete da questi.

Allora cosa aspetti a fare il tuo primo checkin?


funny pictures
photo funny
funny picture
foto funny
funny videos
funny pics
funny clips
funny photos
youtube funny videos
comedy videos
jokes of the day
youtube funny
funny images
funny video
you tube funny
funny stuff
fun photo
funny videos youtube
funny cat videos
funny video clips
hello kitty pictures
fun facts
meme comics
funny meme
funny sayings