Tag Archives: pensiero laterale

La storia della fabbrica di dentifricio: dedicato a tutti coloro che risolvono problemi.

Una fabbrica di dentifricio aveva un problema: a causa del modo in cui la linea di produzione era stata costruita, a volte venivano spedite scatole vuote senza il tubo al loro interno. Persone con grande esperienza nella progettazione di linee di produzione vi possono dire quanto sia difficile far si che tutto avvenga con tempi esatti in modo che ogni singola unità prodotta sia perfetta il 100% delle volte.
Minime variazioni nell’ambiente ( che non possono essere controllate in un modo economicamente efficace ) si traducono in controlli per la garanzia della qualità che devono essere abilmente distribuiti su tutta la linea di produzione fino al supermercato per assicurarsi che i clienti non abbiano la frustrante esperienza di dover acquistare un altro prodotto.

Capendo quanto tutto questo fosse importante, il CEO della fabbrica riunì i vertici della società e visto che il proprio reparto di ingegneria era già molto carico di lavoro, decisero di assumere una società di ingegneria esterna per risolvere il loro problema delle confezioni vuote.

Il progetto seguì rigidamente la procedura: budget e sponsor del progetto assegnati, richiesta di approvazione, fornitori esterni selezionati e sei mesi ( e 8 milioni di dollari ) dopo una soluzione fantastica era pronta: in tempo, in budget, di alta qualità e con tutte le persone coinvolte nel progetto estremamente gratificate del lavoro svolto.
Il problema era stato risolto con bilance di alta precisione che facevano suonare una sirena di allarme ogni volta che una scatola di dentifricio presente sul nastro era meno pesante di quanto avrebbe dovuto. La linea di produzione si fermava, qualcuno doveva andare sull’impianto a tirare via la scatola difettosa e quindi premere un altro tasto per riavviare la linea.

Poco tempo dopo , l’amministratore delegato decise di date uno sguardo al ROI del progetto e i risultati erano sorprendenti!
Nessuna scatola vuota era mai uscita dalla fabbrica dopo l’installazione delle bilance. Pochissimi reclami dei clienti e quote di mercato guadagnate. “Sono stati soldi soldi spesi bene!”, ha detto, prima di guardare da vicino le altre statistiche nel report.

Il numero di scatole difettose raccolte dalle bilance era a 0 dopo tre settimane di uso della nuova linea produzione. Com’era possibile? Sarebbero dovute essere almeno una dozzina al giorno,  forse c’era qualcosa di sbagliato con il report. Il CEO inoltrò una segnalazione per verificare anomalie, e, dopo alcune indagini, gli ingegneri confermarono che le statistiche di quei report erano corrette. Le bilance non stavano trovando alcun difetto nelle scatole che esaminavano, in quel punto del nastro trasportatore arrivavano tutte confezioni complete.

Perplesso, il CEO risale la linea di produzione fino al punto in cui erano state installate le bilance di precisione. Pochi metri prima della bilancia, un ventilatore da scrivania da 20$ soffiava via dal nastro eventuali confezioni vuote in un bidone. Sempre più perplesso, il CEO chiese spiegazioni ad uno degli operai che gli dice : “Ah, quello … uno dei ragazzi lo ha messo lì perche si era stufato di dover salire sul nastro ogni volta che la sirena suonava!”.

8 milioni di dollari contro 20. Soldi ben spesi?

Dedicato a tutti coloro che risolvono problemi, ad un 2014 di soluzioni brillanti e con qualche post in più. Buon anno!

Fonte originale della storia: Short story for engineers